Cerca
  • CGE italia

Ritorno a scuola… Ma non per tutti!

In questi giorni in cui gli studenti di tutto il mondo tornano sui banchi di scuola, la Campagna Globale per l’Educazione sollecita i governi a non dimenticare i milioni di bambini e ragazzi a cui questa opportunità è ancora negata.

L'istruzione è un diritto umano universale ed è responsabilità dello Stato garantire che ogni bambino e bambina abbia accesso a un'istruzione di qualità. Tuttavia, nei paesi attualmente colpiti da conflitti come Siria, Iraq, Pakistan, Sud Sudan, Palestina e Nigeria, molti bambini non possono godere di questo diritto.  

Migliaia di scuole sono fuori uso, perché distrutte, o perché utilizzate dai militari o ancora perché ospitano gli sfollati a causa del conflitto. In Iraq questo significa che 850.000 bambini non possono andare a scuola. In Siria, 5.000 scuole sono fuori servizio e tre milioni di bambini non vanno a scuola. In Sud Sudan, il 57% di bambini e adolescenti non avevano accesso all’istruzione già prima dell’attuale crisi, percentuale che è aumentata significativamente da allora. Mezzo milione di bambini a Gaza non hanno potuto partecipare al primo giorno di scuola la settimana scorsa. Intanto in Pakistan, a causa del conflitto, oltre 500.000 bambini hanno dovuto attendere dieci anni per tornare a scuola. La metà degli 1,2 milioni di sfollati interni nel nord dell'Iraq sono bambini. Gli sfollati interni sono una popolazione vulnerabile e l'accesso a un'istruzione di qualità è estremamente difficile da ottenere.

Il presidente della Global Partnership for Education, Julia Gillard ha esplorato il tema dell’istruzione in tempi di crisi il mese scorso in occasione della Giornata Mondiale Umanitaria. La Campagna Globale per l’Educazione sottoscrive la sua affermazione che “l'educazione è un elemento critico di qualsiasi risposta umanitaria” e che “il nostro obiettivo deve essere, non importa quanto le circostanze siano difficili, un’istruzione di qualità per ogni bambina e bambino”.

Tuttavia, non è solo nei paesi fragili e colpiti da conflitti che andare a scuola non è possibile. I bambini con disabilità vedono negato il diritto a un'istruzione di qualità con molta più probabilità. Ecco perché la Campagna Globale dell’Educazione ha scelto di parlare di disabilità e educazione durante la Global Action Week di quest'anno. Povertà, etnia e genere sono altri tre fattori che influenzano l'accesso all'istruzione. 65 milioni di bambine non vanno a scuola – cifra che rappresenta il 13% di tutte le ragazze in età scolare. Un'istruzione di qualità può garantire enormi differenze nei risultati della vita.

I governi devono agire ora per garantire che i milioni di bambini che non son potuti tornare a scuola questa settimana non diventino una generazione perduta.

Contatti

Emanuele Russo - Coordinatore Coalizione Italiana della GCE

Indirizzo: Via Ugo Foscolo 3 - 10126 Torino

Telefono: +39 011 4344133

Email: russo@cifaong.it